archivio

Collaborazioni

Provo sempre una certa incredulità quando qualcuno mi contatta per dirmi che apprezza il mio blog e che vorrebbe una qualche tipo di collaborazione; ogni volta devo frenare il mio istinto dal rispondere “Ma sei serio?” oppure “Ma hai visto che in realtà non so fotografare neanche un sasso?”

La maggior parte delle volte c’è poco da emozionarsi perchè tutti i food blogger con un minimo di esperienza hanno scoperto che 99 volte su 100 chi ci contatta in realtà gestisce piattaforme che non fanno altro che copiare e incollare i contenuti di un numero infinito di blog, senza beneficio alcuno per chi scrive gli articoli. Non è vero che il traffico aumenta perchè non reindirizzano chi legge al blog originario se non tramite dei pulsanti piccolissimi che sono praticamente invisibili. Come molti altri inizialmente ho sempre accettato, gasata dal fatto che qualcuno mi avesse trovata nell’oceano del web, poi quando ho capito che in realtà non aveva alcun senso logico ho tolto l’iscrizione da tutte le piattaforme e addio.

Questa volta però è diverso.

Stamattina sono stata contattata da LionsHome e, lo ammetto un po’ svogliatamente, sono andata a vedere il sito convinta di trovarmi di fronte alla solita accozzaglia di articoli di blog copiati e incollati con l’aggiunta di qualche pubblicità, ma mi sbagliavo. Questo portale si occupa di arredamento e oggetti per la casa ed al suo interno potete trovare oggetti veramente belli e consigli utili. I blogger sono trattati in modo corretto reindirizzando immediatamente il lettore al blog di origine, cosa ultimamente più unica che rara. Per questi motivi ho deciso di accettare la collaborazione con loro e vi consiglio di fare un salto sul loro sito, troverete sicuramente qualcosa di interessante.

Buona giornata amici! 🙂

logo_small

Questa galleria contiene 8 immagini.

Originally posted on La Baita dei Saperi e Sapori Brembani:
La Valle Brembana sulla vetta del mondo, con un posto d’onore nel mondo delle grandi sfide internazionali, e comunque andrà sarà sempre una vittoria. Domenica 28 settembre, dalle ore 9.00, prenderà avvio il primo Campionato Mondiale di Mungitura a Mano di Vacche, ospitato dall’Agriturismo Ferdy…

Come vi avevo già raccontato qui e qui sono stata invitata a partecipare al progetto #YouStringher, che si è tenuto il 9 maggio a Udine con lo scopo di informare albergatori e professionisti del settore turistico su come promuore se stessi e la propria regione utilizzando il web e i nuovi canali di comunicazione. Per prima cosa mi sento di ringraziare Sara Cojutti per l’ospitalità al  “Sa di Te” il suo carinissimo Bed and Breakfast in cui vi consiglio vivamente di alloggiare se doveste passare qualche notte a Udine.

Ma vedimao come si è svolta la giornata di formazione. Il primo intervento è stato tenuto dal preparatissimo Alessandro Gaetano, Responsabile Marketing Agenzia Turismo FVG, che ci ha incantato raccontandoci il progetto che coinvolge ogni settore turistico della regione grazie all’utilizzo dei social media e della collaborazione con vice.com.

Dopo di lui sono saliti sul palco Massimo del Mestre, che ci ha raccontato la storia di vinoesapori e di come la promozione tramite il web abbia creato nuove opportunità di crescita per la degustazione del vino in Friuli, ed Enrico Rivasi, che ha aiutato tutti i presenti a capire come rendersi visibili dai motori di ricerca.

Stop.

E’ il momento di prendere una boccata d’aria e di rifocillare anima e corpo con il delizioso buffet organizzato dai ragazzi della struttura. Vi faccio i miei complimenti più sinceri, era tutto davvero delizioso e il muffn agli asparagi era qualcosa di unico!

Si riprende con Walter Saidero che ha emozionato tutti i presenti col suo intervento di Storytelling ma anche con la sua bellissima storia personale. Un professionista davvero competente e con la straordinaria capacità di coninvolgere i presenti, immergendoli in una realtà parallela fatta di commozione, empatia ed emozione.

Ma in questo vortice di informazione c’era bisogno di fare chiarezza su come il mondo del marketing sia cambiato nel corso degli anni per capire quali strategie utilizzare per promuoversi nel caotico mondo della comunicazione ed in questo ci ha aiutato Filippo Giustini con la sua preziosissima lezione.

Infine ha fatto il suo ingresso Simone Bianchini, che ha sottolineato l’importanza dell’attenzione al cliete e della necessità di confrontarsi con lui senza paura di avere commenti negativi, perchè questi ultimi sono degli incentivi importanti per poter migliorare i servizi della propria attività.

Purtroppo sono dovuta scappare proprio quando era il turno delle organizzatrici di questo evento: Carolina Venturini e Sara Tortelli, che hanno fatto un lavoro davvero importante per aiutare la loro regione a crescere e a promuoversi in Italia ma anche all’estero.

Che dire? Ringrazio tutti, i relatori, le blogger, le organizzatrici e chi più ne ha più ne metta, perchè eventi del genere non dovrebbero essere un’occasione rara, ma degli appuntamenti fissi per la crescita di ognuno di noi.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Come vi ho già raccontato qui sono stata invitata a partecipare ad un evento che si terrà a Udine il 9 maggio per approfondire il tema del web per la ristorazione. Ora è venuto il momento di capire meglio di cosa si tratta e di quali possono essere le aspettative di questo progetto, e per farlo quale può essere il modo migliore se non chiedendolo a Sara Tortelli (www.fuoridaglischemi.com), una delle organizzatrici? La domanda che avrei voluto subito porre è la seguente: pensate davvero che una pazza che gira per l’Italia con una tartaruga di peluche possa rappresentarvi al meglio? Poi mi sono resa conto che sminuirsi non è un buon modo per farsi conoscere, quindi ecco a voi le domande vere.

CIMG2513Vorrei cominciare con una domanda un po’ scontata: come vi è venuta l’idea di questo progetto?
Il nostro territorio sta attraversando un momento particolarmente difficile dal punto di vista economico e lavorativo, tuttavia abbiamo un patrimonio artistico e ambientale elevatissimo e sono convinta che questa possa essere una strada da percorrere per uscire da una situazione così difficile. Gli operatori del settore turistico devono essere supportati per adattare il loro approccio al mercato, che deve sempre più essere orientato alla condivisione e alla rete. E’ da tanto tempo che si parla di fare squadra, ma senza particolari azioni effettivamente realizzate: il nostro obiettivo quindi è quello di sensibilizzare il settore su queste tematiche, oltre che portare l’attenzione sul ruolo che i social network ricoprono oggi.

In che modo il corretto utilizzo dei social media e del web può aiutare a promuovere il turismo?
I social media possono essere degli strumenti adatti per raggiungere specifici obiettivi di promozione dei propri servizi e per lavorare sulla reputazione, aspetto molto importante soprattutto nel contesto odierno dove sono presenti in rete opinioni degli utenti per qualsiasi struttura, ma anche per qualsiasi esperienza turistica proposta. Non è più sufficiente avere un sito internet: quello che fa veramente la differenza è farsi trovare nel grande mare della comunicazione online, perché oggi (e questo è fondamentale) la concorrenza non si gioca più fra gli hotel o i ristoranti di una stessa città, ma la competizione è globale e l’utente a parità di prezzo o di budget ha a disposizione offerte in ogni parte del mondo.

Ritenete che sarebbe utile inserire all’interno di un percorso formativo scolastico materie che insegnino ai più giovani il corretto utilizzo del web per promuovere se stessi e le proprie attività future?
Riteniamo sia molto importante insegnare ai futuri professionisti del turismo le tecniche relative alla comunicazione sul web perché, sebbene le tecnologie si evolvano con grande rapidità, è necessario conoscere il sistema per utilizzarne le potenzialità. Oggi tutti lavoriamo con budget specifici per la promozione e diventa quindi fondamentale saper intercettare il proprio target-utente nel modo più veloce e immediato possibile. In questo il web aiuta tantissimo, certo è che a monte bisogna avere molto chiari gli obiettivi da raggiungere.

Quanto è importante per un’azienda riuscire a farsi conoscere nel mondo del web?
Per un’azienda è fondamentale riuscire a farsi trovare, riuscire ad emergere fra la concorrenza. Questo è possibile attraverso un buon posizionamento seo del sito, ma anche attraverso un uso corretto dei social network e delle tecniche di web marketing, come le newsletter o gli annunci pubblicitari. Il web è inoltre fondamentale per comunicare in maniera diretta con i propri utenti, sfruttando questo canale per indagini di mercato, test su nuovi servizi o semplicemente attività di customer service. Tutte queste azioni contribuiscono a creare un elevato percepito d’immagine, fatto non tanto di “promesse” o di messaggi aziendali unidirezionali, quanto piuttosto costruito con la cooperazione dei clienti che attraverso il racconto della propria esperienza possono aiutare l’azienda fare la differenza.

Pensate che lo sviluppo della regione nel mondo del social media marketing possa incrementare anche il turismo estero?
Il social media marketing è uno strumento estremamente utile per relazionarsi con pubblici esteri, spesso molto più avvezzi all’utilizzo di questi mezzi rispetto a noi italiani. L’immediatezza che caratterizza le immagini e i video, ad esempio, è in grado di trasmettere emozioni in maniera molto più veloce e diretta delle classiche brochure, senza considerare la viralità che a costi praticamente nulli permette una visibilità elevatissima. Ancora una volta voglio quindi sottolineare l’importanza, per l’azienda, dell’immagine che si delinea online e dell’importanza di monitorare il “mood” delle conversazioni in rete anche e soprattutto aldilà dei confini nazionali.
Quali sono le sinergie che questo progetto potrebbe portare al tessuto produttivo friulano?
Le sinergie sono innumerevoli, considerando che il settore turistico della regione FVG è molto frammentato. È importate che tutti, operatori e istituzioni, si rendano conto che è ora il momento di fare il passo in avanti, entrando in un sistema di collaborazione che si lasci alle spalle i particolarismi e gli interessi estremamente locali, per tutelare un’immagine di ospitalità regionale completa. Viviamo un territorio che è in grado di proporre un’offerta variegata di ambienti, climi, storia e culture che si perdono nella notte dei tempi, qui è possibile fare esperienze di viaggio per tutti i gusti: mare, montagna, sport, relax e benessere, enogastronomia. L’importante è saperlo comunicare e farlo in modo coordinato e condiviso con tutti i partner.

Ringrazio infinitamente Carolina Venturini e Sara Tortelli per aver ideato un progetto tanto interessante e per avermi dato la possibilità di partecipare attivamente.

 

Evidentemente i Maya hanno sbagliato la data della fine del mondo, che a quanto pare è vicina. I segnali non sono stati cambiamenti climatici inaspettati, piogge di rane o cataclismi, ma l’apocalisse è vicina e il motivo è uno: mi hanno invitato a collaborare ad un progetto fantastico. Il 9 maggio sarò a Udine a raccontarvi in diretta il workshop: “Il web per la ristorazione e ricettività: strumenti ed opportunità”. Ecco di cosa si tratta.

L’I.S.I.S. Bonaldo Stringher di Udine ospiterà, il 9 maggio 20114, la giornata di formazione “Il web per la ristorazione e ricettività: strumenti ed opportunità”. Il workshop, ospitato nell’Auditorium della scuola, concluderà il Progetto You Stringher, ideato, proposto, organizzato e realizzato da Venturini Carolina (www.scritturesocial.com) e Sara Tortelli (www.fuoridaglischemi.com) con la collaborazione dell’I.S.I.S. Bonaldo Stringher e il patrocinio del Comune di Udine e dell’Agenzia Turismo FVG.

“Il web per la ristorazione e ricettività: strumenti ed opportunità” è un evento dedicato al social media marketing e alle opportunità offerte dal web nell’ambito del turismo e della ristorazione e si rivolge agli operatori di settore del Friuli Venezia Giulia (ristoratori, albergatori, liberi professionisti, studenti e docenti in Tourism Management).

Al workshop interverranno l’Agenzia Turismo FVG, il Movimento Turismo dei Vini Friuli Venezia Giulia, il Consorzio Turismo Pordenone e diversi consulenti di marketing regionali e interregionali (Veneto, Toscana), che porteranno le loro esperienze e case story sullo sviluppo di community online, fidelizzazione degli utenti, utilizzo del visual storytelling e del visual marketing all’interno delle comunicazioni social in ambito turistico. Verrà dato spazio alla gestione della reputazione online, con particolare attenzione all’uso e gestione di TripAdvisor; le ampie opzioni business offerte da Google Local e Google Search saranno affrontate in un panel specifico sull’argomento. L’evento potrà contare anche su una piccola squadra di blogger ufficiali, che racconteranno l’esperienza attraverso i loro blog e durante il live twitting.

Il Progetto You Stringher ha coinvolto, nei mesi precedenti, le classi V^ della sezione Turistica dell’I.S.I.S. Bonaldo Stringher in un percorso base di formazione gratuita sui temi del social media marketing per il turismo. A conclusione di questo iter di formazione, gli studenti, i docenti e i genitori dei ragazzi potranno partecipare gratuitamente al workshop “Il Social Media Marketing per il turismo” (6 maggio 2014), organizzato da Venturini Carolina e Sara Tortelli, con la collaborazione dell’I.S.I.S. Bonaldo Stringher. Parteciperanno all’incontro l’Agenzia Turismo FVG, il Movimento Turismo dei Vini FVG, il Consorzio Turismo Pordenone e il Molino Moras. Inoltre, in via del tutto eccezionale, una consulente di marketing nell’ambito dell’Expo 2015 racconterà ai ragazzi il mondo di opportunità offerte dal web per progetti di più ampio respiro nell’ambito del turismo. All’evento potranno partecipare, su richiesta, anche gli ex studenti dell’I.S.I.S. Bonaldo Stringher, per i quali sono state previste agevolazioni speciali sul prezzo del biglietto, sia per i singoli, sia per i gruppi.

Il Progetto You Stringher e le giornate di formazione hanno ricevuto l’apprezzamento sui social network di Confartigianato Udine, GiovaniFVG, Comunità Monana del Torre, Natisone e Collio, FAI Giovani FVG, Associazione Guide Turistiche FVG e Gemona Turismo. Gli organizzatori hanno previsto delle scontistiche e gratuità per i dipendenti, soci, associati, partner e clienti di ogni organismo e associazione citata.

Se anche voi siete interessati a partecipare (e come si fa a non esserlo?! E’ un’occasione imperdibile!) cliccate sul link: http://www.scritturesocial.com/servizi-di-social-media-marketing-carolina-venturini/corsi/progetto-stringher/iscriviti/

Se invece volete maggiori informazioni sul progetto ecco dove le potete trovare: http://stringher.eu/it_IT/page/you-stringher-progetto/?id=130&id_menu=1&id_item=134

Sono onoratissima di poter partecipare attivamente a questa iniziativa che può essere utile a tutte le persone che si interessano di social media e di ristorazione.

Se volete maggiori informazioni potete contattare le organizzatrici, due ragazze davvero simpatiche e disponibili: Carolina Venturini info@carolina-venturini.com e Sara Tortelli sara@fuoridaglischemi.com

logostringher

Ieri ho avuto il piacere di partecipare alla conferenza stampa dell’Agrigelateria sull’Aia per il lancio della nuova linea di gelati Gioioso (tutti i dettagli del lunghissimo viaggio per arrivare a Desenzano del Garda li scriverò in un post apposito e ovviamente poco serio). Quando sono stata invitata a questo evento mi sono domandata: “ma c’è davvero bisogno di una conferenza stampa per lanciare una linea di gelati?” La risposta l’ho avuta poco dopo, ascoltando le parole di Donata Panciera, esperta nella preparazione di gelato da generazioni.

Il gelato Gioioso viene prodotto utilizzando materie prime di altissima qualità e con un’elevata Conferenza stampa - Agrigelato GIOIOSO 2013-06-07 025attenzione alla stagionalità degli ingredienti. Le mucche che vengono allevate dalla famiglia Cavaliere seguono un’alimentazione ricca di proteine e di fibre, questo per ottenere un latte di elevata qualità. Grazie a questo buonissimo latte (provare per credere, ha un sapore unico) è possibile utilizzare meno panna e meno zucchero nella produzione di gelato.

L’Agrigelateria utilizza solo prodotti propri, per questo motivo, oltre ai gusto classici, è possibile ordinare il sorbetto al basilico e lime nelle calde giornate d’estate, o potete assaggiare il gelato ai peperoni in inverno. I gusti sono davvero tanti e soddisfano ogni esigenza.

Durante la conferenza stampa mi sono chiesta più volte come potessero fare i clienti che soffrono di un’intolleranza alimentare, ma anche su questo punto l’Agrigelateria è preparata. Gli intolleranti al lattosio possono scegliere tra diversi gusti, chi  non può assumere glutine deve semplicemente dirlo al momento dell’ordine. I gelati infatti non contengono glutine, ma rischiano di essere contaminati dalle palette che magari hanno toccato i coni. La soluzione è semplice: il gelato verrà preso direttamente dal laboratorio, dove non è venuto a contatto col glutine. Infine anche i diabetici posso assaggiare questo gelato cremosissimo, il saccarosio infatti non viene utilizzato.

Conferenza stampa - Agrigelato GIOIOSO 2013-06-07 023Personalmente ritengo che in un periodo in cui molti gelati vengono realizzati con le polverine e coi coloranti artificiali ci sia bisogno di riaffermare principi quali la naturalità e l’attenzione verso le materie prime.

Ecco perchè consiglio a tutti di andare a visitare l’Agrigelateria sull’Aia e di assaggiare il loro gelato, vi assicuro che sentirete subito la differenza.

Per maggiori informazioni visitate il sito: http://www.cortefenilazzo.it/

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: