Di maionese, tradizioni e disastri culinari

Domani finalmente è la vigilia di Natale, il giorno che preferisco su tutto l’anno! Sono molte le cose che Babbomi fanno amare questa data: per prima cosa è il mio mezzo anno, mancano esattamente 6 mesi al mio compleanno (ok, non sto bene con la testa ma non è una novità). Ma la cosa più importante è la cena. La cena della vigilia di Natale è una tradizione che non va cambiata di una virgola, in caso contrario potrei trasformarmi in una lontra gigante che lancia meloni infuocati al responsabile di tale oltraggio. Dicevo…la cena si svolge rigorosamente a lume di candela, cosa che comporta sempre qualche piccolo inconveniente alla mamma che deve cucinare, ed il menù è fisso. Antipasto: crostini caldi col burro ed il salmone affumicato. Primo: spaghetti saltati in padella con uova di lompo. Secondo: pesce lesso e gamberetti con maionese. Dessert: mandarini e frutta secca.

Ed eccoci al tema di oggi: la maionese. Questa deliziosa salsa viene rigorosamente preparata in casa per la cena del 24 dicembre, dalla mamma o dal papà, ed ogni volta è una goduria indescrivibile. Nei mesi precedenti ho deciso che non aveva senso spendere dei soldi per comprare una maionese da supermercato, piena di conservanti e con un sapore buono ma lontano anni luce dall’originale. E così mi sono cimentata nella sua preparazione casalinga e….è stato un disastro! I primi tre tentativi sono stati così tremendi che ho seriamente dubitato di poter anche solo pensare di avere un blog di cucina e mi sono ritrovata in un angolo di casa, in posizione fetale, a piangere disperatamente. Ma il quarto tentativo è stato quello buono e da allora la maionese è la mia migliore amica, la faccio ogni settimana e finalmente posso dire che non è difficile da fare (almeno dopo qualche prova…). Ed ecco a voi la ricetta! Ps. se per caso mi sta leggendo qualcuno che davvero ne sa di cucina e che ritiene che la maionese debba essere fatta con la sola forza del proprio braccio che mescola l’uovo è pregato di abbandonare la lettura, io utilizzo strumenti elettrici (siamo nel 2013 cribbio).

MaioneseINGREDIENTI:

200 ml di olio di semi

1 uovo intero

sale

1 cucchiaio di succo di limone

1 cucchiaio di aceto di vino bianco

 

Mettete nel bicchiere del frullatore a immersione (in alternativa utilizzate un contenitore stretto e alto) l’uovoMaionese 2 intero, l’olio, il sale, il limone e l’aceto. A questo punto amalgamate il tutto utilizzando il frullatore (a immersione, lo so, è una ripetizione, ma non conosco alcun sinonimo di questa parola). Inizialmente posizionatelo, fatelo partire ma non muovetelo, tenetelo fermo. Quando l’uovo avrà assorbito la maggior parte dell’olio iniziate a muoverlo delicatamente dall’alto verso il basso finchè la vosta maionese sarà compatta e l’olio sarà stato assorbito del tutto.

Ho provato ad utilizzare l’olio d’oliva, ma ve lo sconsiglio,il sapore viene decisamente troppo deciso.

Se volete farmi un piccolo regalo di Natale cliccate qui e poi sul cuoricino sotto la mia foto, così mi voterete per diventare blogger ufficiale di grazia.it.

Aiutami a tornare una pesona normale: commentami!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: